venerdì 18 settembre 2015

IL PRIMO AMORE SEI TU di Stephanie Perkins - recensione


"C'era una volta una ragazza che parlava alla luna.
Era misteriosa e perfetta,
come lo sono le ragazze che parlano alla luna.
Nella casa accanto alla sua viveva un ragazzo.
Lui la osservava diventare sempre più perfetta,
sempre più bella ogni anno che passava.
La osservava guardare la luna.
Un giorno, iniziò a chiedersi se la luna
avrebbe potuto aiutarlo a svelare il suo mistero.
Così alzò gli occhi al cielo...
ma non riusciva a concentrarsi perchè le stelle
lo distraevano troppo.
E non importava quante canzoni o poesie fossero già state scritte
su di loro: ogni volta che lui pensava alla ragazza,
le stelle brillavano un po' più luminose.
Come se fosse lui ad alimentarne la luce.
Un giorno il ragazzo dovette trasferirsi.
Non poteva portare la ragazza con sè,
così si portò le stelle.
La notte, nel guardare fuori dalla finestra,
iniziava da una stella. Una sola.
Il ragazzo esprimeva un desiderio,
e il desiderio era il nome di lei.
Al suono di quel nome appariva una seconda stella,
quindi lui desiderava di nuovo il nome della ragazza,
e le stelle diventavano quattro.
E quattro diventavano otto, e otto sedici, e così via,
nella più grande equazione matematica che 
l'universo avesse mai visto.
E nel giro di un'ora il cielo si riempiva di così tante stelle
che i vicini si svegliavano, chiedendosi chi avesse acceso i riflettori.
Era stato il ragazzo.
Pensando alla ragazza.

Forse potrebbe bastarvi questo estratto a farvi capire la bellezza, la delicatezza e la rara poesia di cui questa straordinaria autrice - Stephanie Perkins - è capace. Mi aveva già conquistata con il delizioso e assolutamente perfetto Primo bacio a Parigi, ma con Il primo amore sei tu, forse, si è addirittura superata perchè alla "normalità" e all'immediatezza della storia che racconta ha infuso, questa volta, una dose di pura magia ed incanto... fatta di colore, luce e stelle.
Semplicemente stupendo! 

opinione di Sangueblu

Adoro questo genere di letture: quelle piene di sentimento, delicatezza, stupore e meraviglia.
Quelle che fanno battere il cuore; velare gli occhi per una sana e pungente commozione; tornare indietro nel tempo anche se in una realtà completamente diversa da quella che possiamo aver vissuto... Ma non è questo il bello dei romanzi e della lettura? Quel loro potere magico di farci vivere una storia, conoscere personaggi straordinari e i loro straordinari mondi... Certe volte sembra quasi di conoscerli da sempre. Altre volte sono "persone" completamente "nuove" che si fanno scoprire poco a poco... che ci conquistano grazie ai dettagli; ai loro sbagli, alle loro manie e al loro cuore. Fragile, appassionato, incerto. Ma comunque palpitante.
Ci prendono per mano e diventano vivi; reali; tangibili.
Questo è quello che sono Lola e Cricket.
Una storia come tante la loro ( due amici d'infanzia che si sono sempre amati e mai dimenticati) ma non per questo meno straordinaria perché straordinari - nel vero senso della parola - sono loro: tutto tranne che "ordinari"!

Magari qualcuno pensa che ti travesti solo per nascondere
la tua vera identità, ma io credo che un costume sia più vero
di quanto possano esserlo gli abiti normali.
Perchè dice realmente qualcosa della persona che lo indossa.

Lola: eccentrica non solo per la sua passione di "travestirsi" ogni giorno utilizzando ogni sorta di parrucca, accessorio o abito in base al suo umore ma anche "particolare" per il suo background familiare, le sue origini o il fatto di avere due padri.
Cricket: geniale e un po' pazzo inventore dalla dolcezza infinita e dalla rara purezza; un ragazzo per il quale è assurdamente facile e allo stesso tempo molto complicato fare le cose più "semplici". Un po' incompreso e abbastanza sottovalutato perchè costantemente messo in ombra dalla sorella gemella campionessa olimpionica di pattinaggio sul ghiaccio.

Assai vividi ed efficaci sono anche tutti gli altri personaggi collaterali che rendono la storia ricca di sfumature e di situazioni interessanti. A partire dai due genitori gay di Lola: Andy e   .  L'egocentrica e sprezzante Calliope, la gemella di Cricket; Norah, la madre naturale di Lola che nonostante il suo passato di errori e tossicodipendenza troverà un varco per farsi strada nel cuore e nella vita di una figlia lasciata troppo sola, anche se in ottime mani. La migliore amica Lindsay. Nathan. E poi, naturalmenete, Max: l'antagonista. Quello "sbagliato".
Gran parte della storia ruota proprio su questa situazione; su questo dilemma. Lola combattuta tra il presente, il passato e il futuro che sembrano connessi e ingarbugliati in un groviglio difficile da districare. E' difficile portare avanti una relazione con un ragazzo più grande, che non piace ai genitori e che "sembra perfetto" quando ricompare il primo amore che non si è mai dimenticato. Ancora più difficile se a complicare la situazione c'è una timidezza e una goffagine che impedisce di esprimere quello che si prova davvero e quando malintesi ed incomprensioni contaminano il passato e i bei ricordi che ne fanno parte.

Sono io a rendere le nostre vite più complicate,
la nostra amicizia difficile.
Ma è lui quello che continua a tornare!
E' troppo intelligente per comportarsi così.
Dovrebbe sapere che è ora di voltare pagina
e starmi alla larga. Non voglio che lo faccia.
Ma che cos'è che voglio VERAMENTE?
La risposta è avvolta nella nebbia e indecifrabile.
L'unica cosa che so per certo è che non voglio
un altro cuore spezzato.
Non il suo e, di sicuro, non il mio.
Deve starmi alla larga.
Non voglio che lo faccia.

Ma al destino si sa, non manca il senso dell'ironia. E qualche volta anche i fondi del te possono aiutare a trovare la strada verso le scelte giuste. Lola scoprirà che è molto di più di "un'equazione difficile" da decifrare  e che nella vita bisogna credere nelle seconde possibilità, quando ne vale la pena.

"Allora credi nelle seconde possibilità?"
Mi mordo il labbro.
"Seconde, terze, quarte.
Quante ce ne vogliono.
Tutto il tempo che occorre.
Se la persona è quella giusta".

Un grande piacere anche ritrovare Anna e St.Claire... i protagonisti del bellissimo libro precedenti che non fanno solo da vero e proprio cammeo al romanzo, ma hanno anche un ruolo abbastanza importante nel fare da tramite tra Lola e Cricket e far progredire la loro storia. (Mi riferisco in particolar modo a St.Claire, compagno di università e amico stretto di Cricket.)

Tra discorsi fatti alla luna, stelle disegnate sul palmo delle mani, sguardi furtivi attraverso le tende e strani ed improvvisati ponti ad unire due finestre Cricket e Lola si avvicineranno sempre di più. Con dolcezza, naturalezza e una speciale "magia" che sembra far parte imprescindibile della scrittura fresca, intelligente e originale di Stephanie Perkins che, per me, si conferma tra le regine assolute della scrittura romantica per Giovani Adulti. La mia Maria Antonietta dello Young Adult. Solo che i non la decapiterei mai e poi mai. Almeno finche continuerà a scrivere! ^_^

Non lasciatevi sfuggire questo delizioso romanzo che è perfetto per i più giovani ma estremamente godibile anche da chi, i sedici anni, li ha passati da un pezzo.
Grazie a Valentina e la DeAgostini per avermi concesso, come sempre, di leggerlo in anteprima!

Solo perchè una cosa non è pratica, 
non significa che non vale la pena crearla.
A volte la bellezza e la magia della vita vera
sono sufficienti.

La Serie

1 - Il primo bacio a Parigi - Anna and the french kiss  ( recensione QUI )
2 - Il primo amore sei tu - Lola and the boy next door
3 - Isla and the happily Ever After


L'Autrice


Sthephanie Perkins ha sempre lavorato con i libri: prima come libraia, poi come bibliotecaria, e ora come scrittrice. Vive con il marito tra le montagne del North Carolina, e ogni stanza di casa sua è dipinta di un diverso colore dell’arcobaleno.

Il libro

editore: De Agostini
genere: Young Adult
pagine: 416
prezzo: 14.90 euro
Rilegato
eBook: 6.99 euro

Trama

Lola ha diciassette anni, un gusto un po' stravagante per la moda, e tre piccoli, piccolissimi desideri. Primo andare al ballo della scuola vestita da Maria Antonietta. Secondo convincere i genitori che Max è il fidanzato migliore del mondo. Terzo non rivedere più Cricket Bell. Mai più. A volte però il destino gioca brutti scherzi e la famiglia Bell al completo si trasferisce nella casa proprio di fronte a quella di Lola. All'improvviso la ragazza sente il mondo crollarle addosso. Per due anni ha faticosamente tentato di dimenticare Cricket, e ora tutti i suoi sforzi sembrano vanificati. Cricket è di nuovo lì, davanti ai suoi occhi, e con lui il ricordo di ciò che è stato e di quell'ultima giornata insieme... Lola è sicura di aver voltato pagina con Max e di non provare più niente per Cricket. Ma allora perché sente il cuore batterle all'impazzata ogni volta che lo incontra? Forse perché il primo amore non si scorda mai?

3 commenti:

  1. Parlano tutti benissimo di questa autrice! Devo proprio provare a laggere qualcosa di suo :) :)

    RispondiElimina
  2. Ciao Vanessa! Trovo che la Perkins sia una delle migliori nel suo genere! Sono certa che ti sorprenderà e non ti lascerà delusa! Torna a farmi sapere cosa ne pensi una vota "assaggiata"! :-)

    RispondiElimina
  3. Bella recensione ^^
    A me avevano detto che questo libro era peggiore del primo e che non c'era paragone tra i due, ma sai cosa? Secondo me non è vero.
    In questo libro i personaggi sono infinitamente più interessanti, più particolari e strampalati e sono la spina dorsale del libro!
    Mi è piaciuto di più del primo, che comunque ho adorato, proprio per la sua originalità e per questi personaggi indimenticabili (comunque se dovessi scegliere tra St. Clair e Cricket sarei in evidente difficoltà ahah).
    Se vuoi leggere il mio parere/intervista a Stephanie la trovi heeeere c: .
    Un abbraccio,
    Rainy

    RispondiElimina