martedì 31 marzo 2015

RACCONTAMI DI UN GIORNO PERFETTO di Jennifer Niven - RECENSIONE IN ANTEPRIMA



"Sei stato in ogni senso per me
tutto ciò che una persona può essere...
Se qualcuno avesse potuto salvarmi,
questo qualcuno eri tu."


Esce oggi in tutte le librerie quello che senza dubbio può essere considerato il libro dell'anno. O sarebbe anche il caso di dire "il libro perfetto" perchè è talmente un concentrato di emozioni, sentimenti e valori confezionato in uno stile sublime, semplice e straordinariamente toccante che penso sia davvero difficile incappare a breve in un altro gioiello simile. Sono riuscita a dirlo personalmente, tra le lacrime, alla stessa Jennifer Niven all'incontro con le Blogger tenutosi all'Open di Milano lo scorso sabato, 28 marzo, che ho avuto la fortuna e l'onore di moderare. Il suo è un libro indimenticabile. L'ho letto e l'ho vissuto. Ho sentito tutto.
Finito Raccontami di un giorno perfetto ho sentito che mi era rimasto qualcosa dentro che non se ne sarebbe andato mai più. Mi era entrata una scheggia di diamante nel cuore. Ha fatto tanto, tanto male. Ma quello che è rimasto dentro, intrappolato per sempre in profondità, è qualcosa di prezioso. Che rende più preziosa anche me.
Perchè sarà impossibile non ricordare e non cercare di mettere in pratica nella vita di tutti i giorni, almeno una delle tante cose che la storia di Violet & Finch mi hanno insegnato.


"Ho imparato che a questo mondo
c'è qualcosa di buono, se si sa dove cercare.
Ho imparato che non tutte le persone 
sono una delusione, me compreso,
e che sopra una collina alta 383 metri
si può provare un'ebbrezza maggiore che in cima 
a una torre, se hai accanto la persona giusta."


opinione di Sangueblu

"Posso farti una domanda?
Secondo te esiste un giorno perfetto?
Un giorno perfetto, dall'inizio alla fine.
Un giorno in cui non succede niente di tragico,
o di triste, o di ordinario.
Secondo te, esiste?"
- "Non lo so..." -
- "Te ne è mi capitato uno?" -
- No -
- Nemmeno a me. Ma lo sto cercando. -

Parlare di questo libro potrebbe sembrare la cosa più semplice del mondo, e invece, non lo è affatto. Non lo è non solo perchè mi è piaciuto oltre ogni misura, e paradossalmente parlare dei romanzi di cui mi innamoro mi sembra sempre un'impresa, ma perchè affronta una miriade di temi di di estrema importanza e di difficile "digestione". A farceli arrivare al cuore, con una semplicità e una potenza disarmanti, ci pensa la strepitosa Jennifer Niven che è stata capace di raccontarci una storia tanto dura e tanto vera con una ironia - in certi casi - e una brillantezza di rara maestria.
Una storia tra l'altro tragicamente molto attuale, visti anche i recenti trascorsi della tragedia dell'aereo Germanwings, perchè ha nel problema del bipolarismo e del suicidio il suo tema centrale.
Finch, il meraviglioso e straordinario Finch, soprannominato da tutti "Lo Schizzato" soffre appunto di questa terribile sindrome... Il "male di vivere"; quel senso di inadeguatezza, di insoddisfazione, di irrequietezza.... che lo fa passare da stati di assoluta euforia a momenti di totale black out, che lui definisce di sonno in cui spegne tutto tranne il cervello, che rifiuta di fermarsi su tutto quello su cui c'è da riflettere. Una sola domanda ridonda nella sua testa:
"Oggi è il giorno? E se non oggi, quando?"
Ha il chiodo fisso della morte, ineluttabile e necessaria quasi. Solo, come? Dove? Quando?
Ricerca e raccoglie ossessivamente le testimonianze sui vari suicidi e sulle varie tecniche per togliersi la vita. Ogni mattina, quando si sveglia, si chiede "Oggi è un buon giorno per morire?" .

Non smetterà di chiederselo anche quando conoscerà Violet, proprio sul cornicione del tetto della scuola, che porterà inaspettatamente nella sua vita quel raggio di sole, quelle piccole ma grandi cose che lo faranno sentire il re del mondo... Tutto d'oro e fluttuante.

Una storia meravigliosa quella fra Violet e Finch.
Raccontata a due voci in tutta la sua spontaneità e naturalezza.
In tutta la sua potenza e la sua spensierata follia.
Quella potenza, quella spensieratezza e quella follia, incondizionata e irrefrenabile, che si può provare solo a diciassette anni, quando ci si sente così fragili ma anche, paradossalmente così forti e invincibili. E di battaglie personali, da vincere Violet e Finch ne hanno fin troppe.
Lui ha alle spalle una famiglia disunita e una pesante storia di violenze domestiche.
E poi il problema più grande: il disturbo bipolare. Un male subdolo, invisibile. Un male che la gente intorno non può vedere come qualcosa di "esterno" come il morbillo o il vaiolo e pertanto è molto meno propensa a "capire", a comprendere, a vedere.

"Il fatto è che stavo male, sì, ma non per un'influenza.
La gente è molto più comprensiva se riesce a vedere la tua sofferenza,
e per la milionesima volta nella mia vita
vorrei tanto che mi venisse il morbillo,
o il vaiolo o qualsiasi altra malattia evidente,
in modo da facilitare la mia vita
e anche quella degli altri.
Qalsiasi cosa è meglio della verità.
Ho staccato la spina.
Ho avuto un black-out.
Un attimo prima viaggiavo alla grande
e un attimo dopo il mio cervello si è messo
a girare in tondo come un vecchio cane artritico
prima di accucciarsi.
Pensate a un lungo sonno senza sogni.


Dal canto suo Violet ha perso l'amata sorella in un tragico incidente d'auto e con lei sembrano essere morti anche tutti i suoi sogni, i suoi progetti e le sue speranze. Ha perso le "parole" che riempivano la sua vita e le sue giornate nel comune progetto dell' EleonorandViolet.com, il Magazine on line che gestiva appunto con la sorella scomparsa. Così comincia a vivere i suoi giorni portando la frangetta e indossando quei grossi occhiali che portava lei, per sentire meno la sua mancanza e farla sentire meno agli altri... E a contare i giorni che la separano al diploma, quando avrà finalmente la possibilità di lasciare l'odiato Indiana.
Non immaginerà mai di riscoprirne la bellezza e cominciare ad amarlo, proprio grazie a Finch e alle loro peregrinazioni. 
Peregrinazioni che avranno dell'"assurdo" e del meraviglioso...
Peregrinazioni che eleveranno a straordinario l'ordinario... E che faranno scoprire ai protagonisti ma anche ai lettori l'importanza delle piccole cose e la meraviglia che spesso si nasconde in ciò che apparentemente è più insignificanti o impopolare....
Peregrinazioni che insegneranno che non serve inseguire la grandezza a tutti i costi. A volte - anzi spesso - è proprio lì, davanti ai nostri occhi, in tutto il suo splendore. Ogni posto può essere brillante (a bright place); basta saperlo guardare e, magari, condividerlo con la persona giusta.

Violet scoprirà quella persona giusta proprio in Finch.
Lo farà piano piano. Grazie alla sua intelligenza, la sua caparbietà e alle autorevoli citazioni di autori importanti e a lei tanto cari come Virginia Woolf e Cesare Pavese... (autori, guarda caso, suicidi e vittime della sindrome bipolare a cui entrambi, per motivi diversi, si sentono legati) usando FaceBook come iniziale mezzo d comunicazione.
E di nuovo ho trovato anche l'uso di questo mezzo tanto pop e abusato elevato - in questo "loro" modo - a straordinario....

Violet imparerà l'amore.
Imparerà a non sentirsi più in colpa ad essere felice.
Ma imparerà anche, una volta in più, cosa siano la sofferenza, il senso di perdita e l'impotenza.

E Finch troverà in Violet un motivo per sorridere.
Un motivo per restare sveglio.
Almeno per un altro po'.

Non posso dire di più.
Questo libro è un lungo viaggio pieno di scoperte, fuori e dentro di noi.
Forse mi sono sentita particolarmente toccata dall'argomento e che coinvolge così tanto da vicino la stessa autrice che vi ha riversato tanto di sè e delle sue esperienze personali. (Pensate che ha scritto questo libro in sole sei settimane!!!) ma sono certa che saprà trovare il modo di arrivare al cuore di chiunque, quali che siano le nostre personali esperienze. 
E' un piccolo grande scrigno di valori e di insegnamenti preziosi.
Non posso che consigliarlo con convinzione a tutti. Qualunque sia la vostra età.
Perchè gli Young Adult hanno molto spesso molto da dire, a tutti.


Ringrazio Valentina e Francesca che mi hanno dato l'opportunità di leggerlo e recensirlo in anteprima per voi; che mi hanno scelta per moderare il prestigioso incontro con l'autrice avvenuto sabato scorso  che nelle prossime ore vi racconterò dettagliatamente, e per fare queste meravigliose scelte editoriali che ci stanno irendendo più preziose le nostre librerie!
E da ultimo, non posso che ringraziare la splendida Jennifer Niven che è davvero una donna splendida, sia dentro che fuori. E' stato un onore conoscerla, leggerla e sentirla così vicina.
La porterò nel cuore per il resto della vita.



le opere

Raccontami di un giorno perfetto - All the Bright places

Velva Jean learns to drive

American Blond

Becoming Clementine

The Aqua Net Diaries

Ada Blackjack

The ice master




l'Autrice


Jennifer Niven vive a Los Angeles. Ama i popcorn, i rossetti, le librerie, i girasoli, i viaggi in macchina, il sushi e la serie tv Supernatural. Ma ancora di più ama dedicarsi alla scrittura a tempo pieno. Raccontami di un giorno perfetto è il suo romanzo d’esordio in Italia.


 * A una settimana dall'uscita, nella best-seller list del New York Times

* I diritti di traduzione del romanzo sono stati venduti in 30 Paesi per cifre da capogiro (solo in Germania il titolo è stato acquistato per 100.000 euro).

* I diritti cinematografici sono stati ceduti alla Kaplan Company. Ad interpretare il ruolo della protagonista femminile sarà la giovane star di Hollywood Elle Fanning.


RACCONTAMI DI UN GIORNO PERFETTO

editore: De Agostini
collana: Le Gemme
genere: Young Adult
pagine: 400
prezzo: 14.90 euro
Rilegato
eBook: 6.99 euro

Trama

È una gelida mattina di gennaio quella in cui Theodore Finch decide di salire sulla torre campanaria della scuola per capire come ci si sente a guardare di sotto. L'ultima cosa che si aspetta però è di trovare qualcun altro lassù, in bilico sul cornicione a sei piani d'altezza. Men che meno Violet Markey, una delle ragazze più popolari del liceo. Eppure Finch e Violet si somigliano più di quanto possano immaginare. Sono due anime fragili: lui lotta da anni con la depressione, lei ha visto morire la sorella in un terribile incidente d'auto. È in quel preciso istante che i due ragazzi provano per la prima volta la vertigine che li legherà nei mesi successivi. I giorni, le settimane in cui un progetto scolastico li porterà alla scoperta dei luoghi più bizzarri e sconosciuti del loro Paese e l'amicizia si trasformerà in un amore travolgente, una drammatica corsa contro il tempo. E alla fine di questa corsa, a rimanere indelebile nella memoria sarà l'incanto di una storia d'amore tra due ragazzi che stanno per diventare adulti. Quel genere d'incanto che solo le giornate perfette sono capaci di regalare.

venerdì 27 marzo 2015

Anteprima: serie HAPPESTANCE di Jamie McGuire

Una notizia davvero ghiotta per tutti i fan di Jamie McGuire! Dopo lo straordinario successo di Uno splendido disastro, Il mio disastro sei tu, Un disastro è per sempre e Uno splendido sbaglio, la regina delle classifiche italiane torna con tre romanzi brevi che - fortunatamente - la Garzanti pubblicherà a distanza ravvicinata,  e che ci racconterà un'altra unica e tormentata storia d'amore: quella tra Erin e Weston.
Conosco bene la formidabile penna di questa autrice che, nel bene e nel male, ha il potere di rendere indimenticabili i suoi personaggi! Sono certa quindi che anche questi due nuovi protagonisti sapranno regalarci grandi emozioni! Il primo appuntamento con l'uscita di Una meravigliosa bugia è previsto per il 7 Maggio. Seguiranno Un magnifico equivoco il 21 Maggio e Un' incredibile follia il 4 giugno.
Ne parleremo approfonditamente più avanti quindi ma non potevo resistere a tenere questa notizia tutta per me! 


UNA MERAVIGLIOSA BUGIA

editore: Garzanti
collana: narratori moderni
genere: New Adult
pagine: 128
prezzo: 10.00 euro
Brossura
eBook: 6.99 euro
(1° volume Serie "Happestance" )

IN USCITA IL 7 MAGGIO

Trama

Erin è all’ultimo anno di liceo e da sempre si sente diversa. Perché al contrario dei suoi compagni non ha una bella macchina, non veste alla moda, non va alle feste. Perché Erin è cresciuta da sola, con una madre che non riesce a prendersi cura di lei. Il suo unico desiderio è quello di fuggire. Fuggire da quella città, da quella scuola, dagli altri ragazzi che non fanno altro che criticarla. Fuggire e ricominciare da zero. Ma un giorno nella gelateria dove lavora, entrano due occhi verdi che Erin conosce bene. Appartengono a Weston il ragazzo più popolare del liceo. Weston che non ha paura di nessuno e ottiene sempre quello che vuole. Nessuna riesce a resistergli e ora all’improvviso sembra accorgersi proprio di lei. Lei che si è sempre sentita inadeguata e imperfetta. Erin non ha dubbi, non può cadere nella trappola di quello sguardo. Da un tipo così bisogna stare il più lontano possibile. È la scelta sbagliata. Eppure bastano solo poche ore passate a parlare per scoprire che dietro l’immagine di ragazzo forte e invincibile, si nasconde un animo pieno di sogni. Sogni che paiono irrealizzabili come quelli di Erin. Weston è il solo che comprende le sue insicurezze e le sue paure. Il solo che la fa sentire protetta, al sicuro. Ma lasciarsi andare non è facile. Soprattutto ora che una notizia inaspettata ha cambiato ogni cosa. Perché la vita può essere tutta una bugia. Per Erin permettere a qualcuno di avvicinarsi tanto da non avere più segreti è un’impresa ardua. Quasi impossibile.


UN MAGNIFICO EQUIVOCO

editore: Garzanti
collana: narratori moderni
genere: New Adult
pagine: 128
prezzo: 10.00 euro
Brossura
eBook: 6.99 euro
(2° volume Serie "Happestance" )

IN USCITA IL 21 MAGGIO

Trama

La vita di Erin è cambiata all’improvviso. Tutto quello in cui ha sempre creduto si è rivelato una bugia. E ora in una nuova casa e in una nuova famiglia, non sa più quale sia il suo posto. Si sente smarrita e sola. A scuola nessuno riesce a capirla, nessuno riesce a starle vicino. Nessuno tranne Weston. Erin non può ancora credere che il ragazzo più irraggiungibile del liceo abbia scelto proprio lei. Far finta di resistere ai suoi occhi verdi e profondi è stato inutile. Con lui accanto ogni cosa ha un sapore diverso, una luce speciale. Ma anche i problemi sono sempre dietro l’angolo. Perché Weston è una calamita per situazioni complicate. Perché a volte per seguire l’istinto fa la mossa sbagliata. E ci sono verità che non possono restare nascoste per sempre. D’un tratto il loro amore inesauribile e unico sembra farsi in pezzi come un castello di sabbia risucchiato dalle onde. Erin non crede più a nulla. Perdersi in quello sguardo che le dava sicurezza e felicità è diventato difficile. Il suo cuore torna a chiudersi per non soffrire ancora. Eppure Weston conosce la strada che porta ai suoi sentimenti più fragili. Conosce le parole giuste da sussurrarle. Conosce il modo per difenderla dalle sue stesse debolezze. Adesso Erin deve trovare dentro di sé la forza di combattere contro tutto e tutti. Contro un passato che ha ancora molto da raccontare e contro la paura di ammettere che quello che la lega a Weston è pura magia. Perché anche per sognare ci vuole coraggio.


UN'INCREDIBILE FOLLIA


editore: Garzanti
collana: narratori moderni
genere: New Adult
pagine: 128
prezzo: 10.00 euro
Brossura
eBook: 6.99 euro
(3° volume Serie "Happestance" )


Trama

Prima che tutto cambiasse Erin non vedeva l’ora che il liceo finisse. Per poter finalmente andare lontano e dimenticare il passato. Eppure adesso è diverso. Perché partire per il college vuol dire allontanarsi dai suoi genitori con cui sta costruendo un rapporto. E soprattutto vuol dire separarsi da Weston. Mese dopo mese lui le ha dimostrato sempre di più che dietro l’apparenza di ragazzo sicuro e tormentato si nasconde una grande dolcezza. Le ha fatto scoprire che non bisogna essere perfetti per amare in modo perfetto. Che a volte basta un pizzico di follia. E proprio nel momento in cui Erin è pronta ad abbattere le sue barriere e a lasciarsi andare a questo sentimento che toglie il fiato, il destino fa di tutto per dividerli. In cerca di un futuro stanno per frapporre chilometri tra di loro. Per inseguire i loro sogni stanno per rinunciare alla possibilità di vedersi ogni giorno e condividere ogni cosa. Mentre in Erin cresce la paura che la distanza sia un ostacolo troppo alto, una prova troppo difficile. Ma Weston è pronto a lottare per quello che hanno conquistato, dopo le bugie e gli equivoci. È sicuro che non esista nulla di più forte del loro amore. Lui sa che le cose preziose vanno protette, come Erin e i suoi silenzi e i suoi ricordi che nascosti in un piccolo angolo della mente fanno sempre male. Weston è il solo che può far capire ad Erin che scegliere non vuol dire sempre perdere qualcosa. Perché le cose davvero importanti sopravvivono a tutte le tempeste.

La Serie "Beautiful"

1- Uno splendido disastro - Beautiful disaster recensione QUI
2 - Il mio disastro sei tu - Walking disaster   recensione QUI
2,5 - Un disastro è per sempre - Beautiful wedding
3 - Uno splendido sbaglio  recensione QUI
4 - Beautiful redemption  su Thomas
5 - in fase di scrittura  sui gemelli Taylor e Tyler
6 - in fase di scrittura  sui gemelli Taylor e Tyler


L'Autrice


E' nata a Tulsa, Oklaoma. E' stata cresciuta dalla madre Brenda a Blackwell dove si è diplomata nel 1977. Ha frequentato il Northern Oklaoma College con un diploma in radiografia. Ora vive ad Enid, sempre in Oklaoma, con tre bambini e il marito Jeff, che è un vero cowboy. Dividono i loro 30 acri con quattro cavalli, quattro cani e il gatto Rooster. Ha pubblicato in America la trilogia Providence e il best seller Beautiful disaster, che è diventato un vero e proprio caso editoriale grazie al passaparola dopo l'autopubblicazione. Quando non scrive ama occuparsi dei suoi cani.

giovedì 26 marzo 2015

STAI CON ME IN OGNI RESPIRO di Jay McLean



Il primo libro di Jay McLean tradotto in Italia  al primo impatto può sembrare l’ennesima storia che ha come protagonisti due adolescenti alla soglia dell’età adulta con un passato difficile ed un futuro incerto. Due ragazzi che si incontrano per caso e da quel momento le loro vite si intrecciano e non possono più fare a meno l’uno dell’altra. Effettivamente la trama non brilla per originalità ma ciò che mi ha convinto di più di questo libro e mi spinge a consigliarlo non è tanto la storia romantica fra i protagonisti quanto le riflessioni che questa storia ci porta a fare sulla vita, sull’amore e sulla morte. Nessuno di noi ha la certezza di una vita lunga e felice ma vivere una vita a metà senza affetti, emotivamente isolati da tutti non è la soluzione per affrontare l’incertezza del futuro.

 I giorni neri sono quelli sfortunati, o  in cui ricevi una brutta notizia.
Come  quando ho saputo di avere il cancro. 
Tu, invece, sei il mio giorno rosso. 
L’attimo in cui ti ho dato alla luce e ti  ho tenuta tra le braccia
è stato il  primo di tantissimi giorni rossi…
I giorni rossi sono quelli in cui ti  capita qualcosa di bello
o in cui  accade un evento eccezionale e  inaspettato.
E tu, mia bellissima  Chloe,
sei per me un evento  eccezionale e inaspettato.

Perché nella vita è vero ci sono giorni neri e giorni rossi ma è proprio da quest’ultimi che troviamo la forza di affrontare le difficoltà. Questo libro mi ha ricordato l’ importanza di vivere la vita fino in fondo, lasciandosi andare ai propri sentimenti perché grazie ai giorni positivi alle gioie e soprattutto all'amore riusciremo a superare anche i giorni più bui.

Opinione di BlackSophia

Chole e Blake sono i protagonisti di questo romanzo, due ragazzi all’ultimo anno di liceo che frequentano la stessa scuola senza essersi mai conosciuti. Una notte il loro incontro/scontro cambierà per sempre le loro vite.

Quando due anime si scontrano, 
non si deve ricordare il dolore successivo all’impatto,
ma l’impatto  stesso.
Le conseguenze possono  essere devastanti,
eppure potrebbe  essere la cosa più bella che ci sia mai  capitata.

Blake apparentemente è il classico ragazzo americano bello e popolare, quello che siamo abituati a vedere anche nei film, il campione di basket fidanzato con la cheerleader. In realtà dietro questa facciata si nasconde un ragazzo dolce e sensibile che non ama molto i rapporti superficiali e di comodo di cui si è circondato. Anche la sua  situazione familiare non è proprio idilliaca con un padre ufficiale  dell’esercito abituato a trattare il figlio come un militare e una madre assente. Quando Blake incontra Chloe non ha ancora ben chiara  la  strada da prendere per il proprio futuro, è indeciso fra la carriera militare come vorrebbe  il padre e quella sportiva. Ho adorato Blake fin da subito è praticamente il ragazzo perfetto dice e fa sempre la cosa giusta è gentile premuroso e sexy chi potrebbe chiedere di meglio! Altra storia  invece per Chloe, una ragazza misteriosa che si è resa invisibile  a tutti, frequenta lo stesso liceo di Blake  senza che nessuno si sia mai accorto della sua presenza. Il suo comportamento è da imputare al suo difficile  passato, ha perso tutte le persone che amava ed è rimasta sola quando era ancora una bambina.. Il suo atteggiamento è determinato dalla convinzione che un giorno la malattia che le ha portato via la mamma e la zia, colpirà anche lei e quindi non avendo un futuro  ha deciso di non stringere nessun legame affettivo così che quando se ne andrà nessuno soffrirà per la sua scomparsa. Nonostante si comporti così ha avuto comunque la fortuna di trovare dei genitori affidatari che la amano e altri bambini nella sua stessa situazione che le vogliono bene e che se solo lei glielo concedesse potrebbero essere la sua nuova famiglia.
Di Chloe soprattutto non mi piace il fatto che ignori i sentimenti delle  persone che le vogliono bene e sia convinta di abbandonarle una volta conseguito il diploma, incurante del fatto che comunque il suo comportamento le farà soffrire. In altre parole non vuole che soffrano nel caso in cui muoia ma soffrono comunque perché lei non si concede di amarli ed essere amata.

Conoscevo il mio destino. E non avevo il minimo controllo su nessuno dei due.
Avevo imparato ad accettarlo e a essere felice di ciò che avevo.
Mi sforzavo di prestare un’attenzione particolare alle cose che tutti danno per scontate:
l’alba e il tramonto; guidare con la capote abbassata (o guidare e basta);
giocare all’aperto con i bambini e, in un mondo pieno di guerre, abitare in un luogo sicuro.
Ma il mio futuro era incerto, non potevo a darmi ai sogni e alle speranze.
Ero consapevole che sarebbe stato tutto inutile.
Ciò che in realtà detestavo di più era la mia incapacità
di costruire rapporti realmente significativi

Quello che non quadra in tutto il suo ragionamento è che nessuno sa con esattezza il giorno in cui la sua vita avrà fine, è la condizione di ogni essere umano non  solo la sua .

 Considera tutto quello che hai e la vita che ti sei costruita.
Forse ne vale la pena.
Forse dovresti scommettere sulle probabilità che hai di stare bene.

Blake Hunter sarà pero la “ svolta “ per Chloe,  grazie alla sua tenacia riuscirà ad entrare in punta di piedi nella  sua vita e piano piano cadranno tutti i muri che lei  si era costruita intorno. Un  aspetto del libro che mi ha un po’ delusa è staso il viaggio on the road  che Chloe è decisa a fare una volta finito il liceo, un viaggio senza meta che la porterà lontano da tutti e di cui si parla in tutta la prima parte del libro ma a cui poi sarà dedicato poco spazio. Il finale devo dire che è stato molto dolce e commovente e vi confesso che ho versato qualche lacrimuccia!! Un libro che definirei riflessivo e che vi consiglio soprattutto  se state affrontando dei giorni neri.



L’Autrice



Jay McLean, australiana è auitrice di una serie di bestseller “More” e di due romanzi. Scrive ciò che adora leggere, cioè storie che fanno ridere, piangere, soffrire, sorridere. In poche parole vivere. Questo è il suo primo libro tradotto in Italia.



STAI CON ME IN OGNI 
RESPIRO

editore: Fabbri editori
genere: New adult
pagine: 336
prezzo: 15,90 euro
Rilegato
eBook: 6,99 euro


Trama

Chloe e Blake si incontrano, anzi, si scontrano, per caso, una notte. Lui sta fuggendo dalla solitudine e dai propri pensieri. Lei da un tipo che non sembra avere buone intenzioni. Blake la salva e da subito si sente attratto da questa ragazza strana, affamata di vita ma abituata a tenere chiunque a distanza. Eppure, quando sei giovane dovresti afferrare tutto quello che il destino ti offre. Correre incontro al domani, bruciare tappe e traguardi, ubriacarti di emozioni e sogni a occhi aperti. Scoprire e sperimentare ogni cosa che ti circonda, o che hai anche solo sentito nominare. Senza mai fermarti, senza mai smettere di sperare, di desiderare, di crederci... Ma c’è un motivo per cui Chloe non permette a nessuno di avvicinarsi: sulla sua vita c’è un’ombra, una malattia che non lascia scampo. E lei, quando se ne andrà, vuole farlo in punta di piedi, per non ferire nessuno… Il giorno in cui incontra Blake non ha la minima idea che quella sarà la loro svolta, l’attimo capace di sconvolgere le loro esistenze e ribaltare le loro prospettive, per sempre. A mano a mano che lo conosce, però, non riesce più a fare a meno di lui. Per Chloe è il momento di trovare la risposta a una domanda pesantissima: esiste un amore capace di dare senso al dolore più grande?

martedì 24 marzo 2015

IO, ROMEO & GIULIETTA di Rebecca Serle


"Si può imboccare una via e, dopo un po',
rendersi conto che non era quella che si voleva percorrere.
O si può cambiare strada per poi accorgersi che conduce
nello stesso identico punto della precedente.
Ed è qui che entra in gioco la scelta.
Perché, se è vero che non possiamo sapere dove andremo,
possiamo però cambiare la via che percorriamo,
sempre, fino all'ultimo istante.
Possiamo svoltare a sinistra, rigirare verso destra,
e ritrovarci dove mai avremmo creduto.
Il fato e il destino possono portarci solo fino a un certo punto,
perché decidono l'inizio, ma non la fine.
Il destino può condurci da qualche parte,
ma poi sta a noi proseguire e arrivare dove dobbiamo,
sta a noi decidere il finale, quando cala il sipario."

Troppo carino questo romanzo Young Adult che ci ripresenta, in una chiave attuale e assolutamente intelligente, una moderna versione della tragica e sfortunata storia di Romeo & Giulietta. Credo che la giovane Rebecca Serle sia stata in un certo senso geniale nel rimaneggiare la celeberrima storia che non manca mai di appassionare lettori (e spettatori) in uno strano ma verosimile parallelismo ai nostri tempi e dal punto di vista di un personaggio secondario e quasi sconosciuto della storia. Personaggio che, invece, secondo la Serle, da tutta la vicenda è stato profondamente influenzato e, in un certo senso, fortemente coinvolto. Due per l'appunto i presupposti principali su cui si fonda l'idea dell'autrice: "E se la più grande storia d'amore di tutti i tempi non fosse quella che ci hanno sempre raccontato?" e in secondo luogo "Che ruolo ha davvero il destino in quello che ci succede? E' tutta "colpa" del fato o invece delle nostre scelte?". Questo è quello che prova a raccontarci, con grande "licenza poetica" e uno stile fresco e disinvolto, Io Romeo & Gulietta: un romanzo molto piacevole che vi sorprenderà per la sua originalità, per i suoi colpi di genio e per la ventata di novità che offre ad un panorama di letture romance ormai sempre più spesso scontate e stereotipate. Ennesimo esempio delle scelte editoriali vincenti che ci sta offrendo la De Agostini YA che ci sta deliziando titolo dopo titolo, ed ennesima prova che nonostante il pubblico di riferimento sia quello dei giovani lettori, molto spesso la qualità dei contenuti è davvero alta e può essere in grado di soddisfare anche lettori più maturi.


opinione di Sangueblu

Ecco, queste sono caratteristiche che ci definiscono.
Il modo in cui vogliamo bene a chi ci sta accanto
e come decidiamo di dimostrarlo.
Questo fa di noi ciò che siamo.


Rosaline. La cugina di Giulietta.
Chi la ricorda, seriamente? Chi avrebbe mai immaginato che fosse così importante e che avrebbe potuto giocare un ruolo tanto determinante nelle vicende degli Sfortunati Amanti per eccellenza?!?
Ci ha pensato Rebecca Serle, che prende spunto proprio da questa ragazza, di cui Romeo sembrava follemente innamorato prima di conoscere Giulietta a quel fatidico ballo, e la trasporta ai giorni nostri, rendendola protagonista di quella che mi è sembrata una storia carinissima. Carinissima, lo ripeto, e divertente; nonostante sappiamo tutti che finirà in tragedia!

Non aspettatevi certo "il libro dell'anno" ma quello che rende straordinario questo romantico Young Adult autoconclusivo, a parte la freschezza e la spontaneità con cui ci fa pensare a certi temi, è la chiave di lettura che ci presenta l'autrice. Non solo perchè viene ribaltato il punto di vista e la storia viene vissuta di riflesso dalla nuova protagonista che non è più Giulietta ma Rosaline, ma perchè parte dai presupposti fondamentali della tragedia shackespeariana e li smonta e li analizza, adattandoli ai ragazzi di oggi: ai loro valori e alle loro domande. Che poi, fondamentalmente, sono universali, in tutte le epoche.  Quante volte infatti, in amore, ci lasciamo abbagliare dalla "novità"; quante altre ci incaponiamo invece testardamente su qualcosa che crediamo di volere a tutti i costi ma che è qualcosa che non fa per noi.... Tante sono le risposte che troverà Rosaline nel corso degli eventi. La maggior parte dettate dalla delusione e dalla sofferenza, ma tante altre grazie all'apertura alla novità; alla comprensione che anche quando il destino sembra qualcosa di "segnato" siamo noi i veri artefici delle nostre scelte e delle nostre azioni.
E siamo sempre noi che, durante il cammino, dobbiamo trovare i nostri rispettivi "Sette".
So che vi sembrerà strana questa definizione... ma lo capirete solo leggendo.
Credo sia stata una delle cose che più ho apprezzato della storia. Un qualcosa che da frivola diventa profonda e fa vedere le cose ai personaggi dalla giusta "prospettiva" e con il giusto metro di misura.

Potrei andare per gradi ed ordinatamente a presentarvi la storia ma scelgo di non farlo. Le immagini e le emozioni si affastellano nella mia mente e nella mia memoria dandomi un quadro definitivo molto personale e trovo che sia giusto che ciascun lettore si approcci a questa semplice lettura a modo proprio, perchè solo così potrà renderla particolare e straordinaria. A trasformarla in qualcosa di più della "solita" storia romantica tra ragazzi giovani. Gli imput a cui dare valore e importanza sono molteplici e assai diversi. Per quanto mi riguarda mi vengono in mente i personaggi collaterali: le amiche di Rosaline, ognuna con il suo pazzo e sconclusionato Sette, ma sempre pronte a comprendere e a sostenere. Su tutte Charlie, e il suo cellulare sempre acceso. La divisione in atti della storia, proprio come fosse rappresentata sulla scena. La confusione e lo smarrimento di Rosaline nei confronti di Rob. Le sue speranze, le sue aspettative, la sua delusione.
Il suo dilemma sul decidere (e capire) chi sia in realtà: se il suo migliore amico o il ragazzo che le ha spezzato il cuore.
E poi Lem. Così arruffato, dinoccolato, imprevedibile e tenero.... Ricorderò i suoi capelli e la sua dolcezza. Ricorderò la sua pazienza. La sua determinazione. E il suo mazzo di violette.

Insomma ormai lo avete capito. Ricorderò questo libro perchè è diverso.
In più di un senso.
E Rebecca Serle ce lo ha dimostrato:
"La verità è che esistono tanti finali diversi per una stessa storia". Dobbiamo semplicemente scegliere il nostro, ricordandoci però che la cosa più importante sono le decisioni che prendiamo per arrivarci. Insomma...come a dire che il percorso è più importante della meta. L'importante è scegliere di essere felici. E voi, che ne pensate?

"La vita ha in serbo infinite possibilità
che non ci è dato di conoscere in anticipo.
E l'incredibile verità è che sapere quanto le cose
possano trasformarsi in un istante non mi fa più così tanta paura;
anzi mi riempie di speranza."
...
"La vita non è qualcosa che capita,
ma qualcosa che è possibile attraverso di noi e con noi.
Facciamo tutti parte di qualcosa.
Abbiamo la facoltà di scegliere.
Fare progetti è fantastico, ma poi si può finire
per accorgersi che quello che vogliamo per davvero
è proprio l'unica cosa che abbiamo dimenticato di mettere sulla lista."

I diritti cinematografici sono stati acquistati dalla Fox e non vi nascondo la mia grande curiosità e il mio immenso piacere se dovessi un giorno vedere trasposta questa scena sul grande schermo. Vorrei davvero visualizzare la scena del bacio sulla scogliera... E considerando che il romanzo è in corso di traduzione in 10 Paesi, tra cui Francia, Spagna e Germania, probabilmente questa mia speranza non sarà vana... Credo che questo romanzo riscuoterà tanto, meritato, successo.


Ringrazio di cuore Valentina e Francesca che, come sempre, mi accontentano e mi danno la possibilità di leggere libri stupendi! (Per favore, che ne dite di proporre la pubblicazione anche degli altri suoi titoli??!!) 

le Opere

Io, Romeo & Giulietta - When you were mine

Famous in love  inedito in Italia)

The edge of falling    inedito in Italia)

l'Autrice


E' una scrittrice a tempo pieno. Ama in modo ossessivo le cose di cultura pop i capelli lucidi, il caffè e lo yoga. Per il Vulture magazine di New York gestisce il blog The Vampire Diaries . Vive a Manhattan, lontano dalla Upper East Side.



IO, ROMEO & GIULIETTA
di Rebecca Serle


editore: De Agostini
genere: romance Young Adult
collana: Le Gemme
pagine: 317
prezzo: 14.90 euro
Rilegato
eBook: 6.99 euro
data di uscita: 10 marzo 2015

Trama

Rose è una ragazza acqua e sapone. Frequenta l'ultimo anno di liceo, ha due amiche di cui si fida ciecamente, ma soprattutto ha Rob, suo confidente da sempre. Solo che, ultimamente, quando lo vede, lo stomaco le si contorce e lei non capisce più niente. Potrebbe fare il primo passo ma... Rob la invita a cena e succede proprio quello che lei sperava. Sembra l'Inizio di una favola d'amore perfetta, ma Rose non ha messo In conto l'arrivo di sua cugina In città: bella, blonda, affascinante e... diabolica, Jullet è una seduttrice nata. E al ballo della scuola, quando la magica atmosfera creata dalla musica e dalle Luci promette una notte romantica, Rose la sorprende proprio con Rob. Come se fosse stato stabilito dal destino che dovesse finire così, con un lieto fine per Rob e Jullet e non per lei. L'ultima parola però non è ancora stata scritta. La più grande storia d'amore di tutti i tempi - quella di Romeo e Giulietta - come non ve l'hanno mal raccontata.

lunedì 23 marzo 2015

QUESTIONE DI CUORE di Carmen Bruni


Un piacevole viaggio verso il centro del cuore quello che ci propone con il suo fresco e dolcissimo romanzo la giovane Carmen Bruni. Un viaggio nel cuore delle donne italiane. Un racconto che è molto di più di una storia d'amore: è un percorso realistico e delicato attraverso le emozioni e i sentimenti, attraverso le paure e i turbamenti di una ragazza da dieci anni innamorata della stessa irraggiungibile persona; un viaggio che ha come destinazione la realizzazione dei propri sogni. Perchè, come recita la stessa autrice, "sarebbe stupido passare una vita intera a desiderare qualcosa senza mai provare ad ottenerlo". E proprio di questo si rendono conto, dopo non poche peripezie, i due protagonisti del romanzo: Giorgia & Alessandro che, non senza qualche reticenza, alla fine, scelgono di seguire il proprio cuore facendolo vincere sulla ragione. Perchè nella vita si sa, in fondo, è tutta una questione di cuore!



opinione di Sangueblu

"Devi fare una cosa per me", gli dissi coraggiosa.
"Quello che vuoi, Jo" mormorò piano.
Avevo le mani umidicce e la sensazione
che stessi per fare qualcosa di molto stupido.
"Proprio tutto?"
"Tutto"
confermò accarezzandomi il mento.
"Voglio un bacio"

Vivere ogni giorno rendendolo assolutamente meraviglioso: questo più di ogni altra cosa sarà il monito che mi rimarrà impresso da questa lettura. Spingersi oltre; rischiare; tentare. Non rinunciare a i propri sogni, ad ogni attimo di autentica felicità, perchè ogni giorno che se ne va non ritorna e ogni occasione può essere un rimpianto. E un rimpianto non dovrà essere più Alessandro per Giorgia: sono troppi gli anni investiti all'inseguimento silenzioso di questo amore; troppi i sospiri per un amore non corrisposto e irrealizzabile, quando l'oggetto del desiderio è il migliore amico di tuo fratello grande che ti ha sempre vista e considerata come una bambina, intoccabile come una sorella. Solo che Giorgia, dopo dieci anni di desideri, di sogni, di sospiri e di bigliettini propiziatori legati a un palloncino non ce la fa più di rimanere in disparte... A veder scorrere la sua vita accontentandosi di altri ragazzi che altro non saranno che un surrogato; un chiodo scaccia chiodo. Lei vuole Alessandro ed è decisa a fare il grande passo, nonostante i pronostici e nonostante tutto sembri essere a suo sfavore per il buon esito di questa storia. Vuole cominciare a sbilanciarsi (almeno nella sua testa e nelle sue intenzioni), a cercare di farsi vedere in un altro modo...

Inconsapevole del fatto che Alessandro è già da un pezzo che la guarda in un altro modo!!!
Fa di tutto per mascherarlo, per non farlo notare, per non dargli peso. Troppe sono le variabili in gioco che comportano un rischio. Quello di perdere il rapporto di amicizia con lei; di compromettere il rapporto quasi fraterno con Carlo (che non perde occasione di ribadire quanto la sua sorellina sia off-limits per qualunque essere umano di genere maschile!) e troppi gli scheletri nell'armadio che minano la sua serenità. Ma ormai non c'è più niente da fare. La danza degli equivoci, delle battutine, dei battibecchi e delle gelosie si è già innescata... Vani saranno gli sforzi da parte di entrambi per mascherarla e tra una scaramuccia e un bicchiere di troppo le loro vite, le loro bocche e i loro cuori entreranno in collisione e sarà... l'inizio di una meravigliosa e dolcissima storia.

Credo sia proprio questa la forza del romanzo di Carmen Bruni: la dolcezza, la tenerezza, la spontaneità e il realismo, a volte anche molto schietto ed ironico, con cui ci presenta i personaggi e la loro bella storia. Una storia che può star vivendo una qualsiasi giovane donna proprio in questo momento o che può aver vissuto ognuna di noi in passato, semplice ma totalizzante. O quella storia d'amore che probabilmente ogni donna desidera. Con il ragazzo della porta accanto. Che magari conosciamo da sempre e che ci conosce come nessun altro. Quell'amore romantico, fatto di sogni ed illusione, dove basta un solo piccolo gesto a far volare in alto il cuore come un palloncino o sgonfiarlo con altrettanta facilità. Una storia "normale"; ma non per questo meno straordinaria.
Un amore fanciullo. Pulito, pazzo; che ha il sapore del sogno e della possibilità. Che invece di affievolirsi, acquista forza col tempo. Ma che proprio in virtù di questa intensità e di questa aspettativa appare spesso in bilico. In pericolo. Fragile.
Un amore che non segue la ragione, perchè alla fine è il cuore che comanda!

Molto belle e intense le scene di intimità fra loro, che sono intense e coinvolgenti secondo me proprio in virtù del fatto che sono lasciate soprattutto all'immaginazione. A vincere qui non è l'aspetto "carnale", ma quello sentimentale e la tensione erotica che è sempre stata sopita fino al momento del tanto sospirato primo bacio e che rende magico ed elettrizzante anche il semplice sfiorarsi.... Il lasciarsi andare al delirio dei sensi impazziti quando vediamo i nostri sogni materializzarsi in realtà...

«L’ho sempre pensato che la vista sia sopravvalutata.
Anche per questo preferivo il buio ogni qual volta stavamo insieme.
Ci avete mai provato a sentire senza vedere?
A percepire i tocchi sul corpo, le vibrazioni nel respiro,
le parole sussurrate contro l’orecchio.
Senza l’ausilio degli occhi è tutto differente, migliore, straordinario.
Le cose superflue si annullano e rimane solo la realtà
e quell’emozione unica che brucia nel petto.
Il battito del cuore, l’estasi nei pensieri.
D’altronde chi è che vede l’amore?
Chi è che quando dà un bacio non chiude gli occhi?
Sì, Sentire… credo che sia il verbo per eccellenza.»

Un romanzo che si"beve". Si legge davvero in un baleno... Quasi fin troppo velocemente e tanto da sentire nostalgia di Giorgia, di Alessandro e dei loro battibecchi, delle loro piccole sfide, dei loro baci, delle loro coccole. 
Lo stile di Carmen, così semplice, diretto; senza fronzoli ne appesantimenti, riesce comunque ad essere di impatto e non solo emozionare il lettore ma catturare la sua attenzione per tutta la durata della storia... che si rivela ancora più piacevole per via delle due voci narranti che si alternano ( di Giorgia e Alessandro) nonchè il cammeo di Paolo che da fratello geloso ed iperprotettivo mi ha fatta morire!! Anche se i personaggi secondari rimangono solo a fare da sfondo alla storia, senza troppi approfondimenti nè avvenimenti degni di nota, ci tengo a dire che ho apprezzato molto il personaggio di Annabelle e da una parte, forse, mi sarebbe piaciuto leggere qualcosa in più su di lei e vederla più attiva e determinante della storia... Ma chissà che un giorno Carmen non ci proponga proprio un bel libro tutto su di lei. Non mi dispiacerebbe affatto!



Quindi... se tiriamo le somme non posso che consigliarvi questo piacevolissimo romanzo. Vi regalerà emozioni, qualche sorriso e tanta spensieratezza. 

Ringrazio di cuore Giulia e Francesca che mi hanno dato la possibilità di leggerlo e recensirlo per voi!



l'Autrice


Ha poco più di 30 anni. Grandissima lettrice di storie d’amore, ha iniziato a scrivere questa storia per gioco, ha continuato perché non poteva più farne a meno. Questo è il suo primo romanzo.

venerdì 20 marzo 2015

IL POTERE DELL'OSCURITA' - BROKENHEARTED di Elisa S. Amore


"Nessuno avrebbe più potuto riportare indietro il mio Evan.
La mia vita sarebbe rimasta un'eterna gelida notte oscura.
Senza luce.
Perchè il mio sole era scomparso per sempre."

Abbiamo aspettato un anno per avere tra le mani Il potere dell'oscurità. Per chi, come me, si era innamorato della penna di Elisa e della romantica storia d'amore tra Gemma ed Evan ai tempi dell'autopubblicazione di Touched e Unfaithful l'attesa è stata ancora più lunga ma posso affermare che... ne è valsa la pena! 
Quelle che nei primi due libri erano state delle ottime premesse trovano in questo terzo capitolo la loro apoteosi. Questo libro mi è piaciuto tantissimo... Mi ha rapita dalla prima all'ultima pagina e non vi nascondo quanto mi abbia sbalordita. Il mondo che Elisa ci presenta stavolta è assai ampio, così come si ampliano i risvolti della storia che prende una piega del tutto inaspettata e che la rendono ancora più avvincente ed interessante!
Insomma... con questo romanzo Elisa fa un nuovo centro e si prepara a conquistare anche quei lettori che su questa saga potevano essere ancora un po' scettici... Confeziona un libro impeccabile in cui le emozioni e i colpi di scena si susseguono capitolo dopo capitolo e ci portano all'interno di una storia completamente "nuova" in cui vengono messi insieme tutti vari tasselli disseminati nei precedenti libri che in questo terzo episodio acquistano significato e che valorizzano ulteriormente l'intero progetto. Elisa è stata davvero brava. A vincere stavolta non sono soltanto il suo stile musicale e d elegante, la raffinatezza delle ambientazioni e lo struggente romanticismo ma anche e soprattutto una storia solida e ambiziosa in grado di crescere sempre di più.



l'opinione di Sangueblu

Mi sento come un vetro scheggiato.
E la crepa avanza a ogni vibrazione del mio petto.
A ogni respiro. A ogni lacrima...
E, nonostante gli sforzi per non crollare,
mi sento sul punto di frantumarmi in migliaia di schegge.
Sono vetro infranto.

Tutti mi chiedono come sto, ma nessuna risposta
potrebbe dar loro una vaga idea.
Racchiusa in un dolore sconfinato, buio e freddo.
Senza porte... senza vie d'uscita.
A pezzi.
Intrappolata in una stanza piena di ricordi,
una stanza di cui ho smarrito la chiave.
Evan. Evan. Evan.
...





Supera qualunque più rosea aspettativa questo terzo libro di Elisa Amore... Non so descrivervi la mia emozione e il mio coinvolgimento nella lettura de Il potere dell'oscurità che mi ha (piacevolmente) spiazzata sotto ogni punto di vista. Dopo il finale shock del secondo volume non sapevo proprio cosa aspettarmi ed ero proprio curiosa di scoprire come Elisa se la sarebbe cavata... Quali sorprese avrebbe tirato fuori dal cilindro... Immaginavo che non sarebbe stata una cosa affatto semplice!
Ebbene... potrebbe valere il detto "Pensavo che piovesse, ma non che grandinasse!" perchè Elisa si è superata! E' stata geniale secondo me non solo per quella che è la piega che ha fatto prendere alla storia - in cui Gemma è veramente e più che mai al centro di tutto - ma anche per il modo in cui ci riesce: sfruttando proprio il momento più brutto e doloroso della vita di Gemma per farla quasi rinascere dalle sue ceneri. La prima parte del romanzo infatti, come era prevedibile, è focalizzata sulla sofferenza e il senso di vuoto che prova Gemma per la perdita di Evan, di cui si reputa, oltretutto, responsabile. Si sente persa, disperata, piccola e sola - anche se troverà in Simon e soprattutto in Ginevra un sostegno e una complicità senza precedenti - ma proprio da questa disperazione trarrà la forza per risollevarsi, trovare sè stessa e per compiere il suo destino.
Quanto vorrei dirvi di più... ma devo tenere la bocca cucita e soprattutto le dita ferme sulla tastiera perchè ho paura di svelare anche una minima cosa che potrebbe compromettere la lettura del romanzo che si costruisce proprio sui dettagli e sull'effetto sorpresa....

Ma se non posso sbottonarmi sulla trama o su certi importanti accadimenti che si verificano in Brokenhearted Il potere dell'oscurità, non mi risparmierò invece nel complimentarmi con Elisa per la sua bravura, la sua fantasia e la sua sensibilità. Ha una capacità straordinaria non solo di usare le parole per far vibrare le sensazioni e le emozioni dei suoi personaggi che si riverberano sul lettore ma anche per descrivere in maniera vivida e meticolosa le ambientazioni raffinate che crea.

L'inferno, che all'inizio era solo dentro Gemma per via del suo dolore e per le orrende e terrificanti visioni che aveva ad un certo punto compare anche all'esterno diventando reale. Elisa infatti, in un ben preciso momento, ci farà  vivere una vera e propria avventura ultraterrena che ha del dantesco... ma non solo. Talmente intenso, spettacolare, terrificante e giustificato il viaggio che Gemma compie da ricordarmi in qualche modo un film di Robin Williams che mi è sempre piaciuto tanto: Al di là dei sogni. Me lo ha fatto pensare in più di qualche modo per la forte motivazione che spinge ad affrontare il viaggio: la forza, la disperazione e il grande amore che è capace di superare qualunque barriera... qualunque confine.
E quello tra Gemma ed Evan è proprio un amore di questo tipo: tenace, invincibile, insopprimibile, temerario, coraggioso altruista. Quell'amore capace di superare anche l'impossinile e andare oltre a tutto. Anche oltre l'apparenza.
E anche qui non posso svelare nulla ma non posso non dire quanto mi abbia profondamente toccata ed emozionata una "sorpresa" che Elisa ci fa, strettamente connessa a questo concetto. 


Lo stile, sempre dolce ed elegante, stavolta è snello, serrato, incalzante. Questo trovo sia uno dei più importanti passi avanti nel lavoro di scrittrice di Elisa che pur essendo sempre stata bravissima, talvolta indugiava in ripetizioni superflue o in descrizioni anche troppo meticolose che talvolta potevano appesantire la lettura. Questo ritmo più sostenuto contribuisce a far apprezzare ancora di più non solo la storia ma anche lo stile musicale, poetico e dolce di elisa che dà un immagine di sè meno "smielata" ma più dinamica e frizzante. Più matura; ed era quello che ci voleva e che dà quel valore aggiunto; quel quid che probabilmente prima ancora prima non era del tutto raggiunto. Anche per questo rinnovo i miei compimenti ad Elisa perchè gioisco della sua crescita, che c'è stata trecentosessanta gradi.

Il mondo Urban Fantasy della Saga di Touched è anch'esso un altro elemento vincente.
La costruzione dell'ambientazione fantastica e della caratterizzazione mitologica dei personaggi è sempre più solida e sempre più bella. I Masala e soprattutto i Sotterranei acquisiscono sempre maggiore concretezza, coerenza e fascino nel momento in cui si vengono ad incontrare e a fondere, in questo libro, con un altro elemento molto importante. Anzi, direi fondamentale: quello delle Streghe.

In questa saga dai mille risvolti e dalle mille sfaccettature non ci si annoia davvero mai.
Preparatevi ad una lettura da batticuore, che vi toglierà il respiro.
E che, ancora una volta e più che mai, vi farà bramare il suo seguito!

Evan aveva ragione.
Così come il caprifoglio col suo nocciolo,
separata da lui anch'io mi sentivo morire lentamente ma,
nonostante tutto, come le piante cresciute sulle loro tombe,
anche le nostre anime sarebbero rimaste legate per sempre
e nessuno avrebbe mai potuto separarci.

Non si può allontanare un corpo
dal suo cuore senza ucciderlo.

Ringrazio di cuore Elisa S. Amore e Barbara della Nord che mi hanno dato la possibilità di leggerlo in anteprima!

Un ultimo plauso mi sembra doveroso anche alle cover di questa serie che mi sembrano davvero bellissime. Che non guasta mai...


La Serie "Touched"

1 - La carezza del destino   ( Touched - recensione QUI )
2 - L'inganno della notte   (  recensione QUI  )
3 - Il potere dell'oscurità (Brockenhearted)   
4 - ( ? )
5 - ( ? )



l'Autrice


E' nata nel 1984 e vive nel paesino delle Nazioni Unite nel cuore della Sicilia insieme al marito, al figlio e a Onu, carlino che dorme tutto il giorno e da cui non si separa mai. In famiglia si è guadagnata il titolo di "Divoratrice di Libri". Ama scrivere di notte quando il resto del mondo dorme e sa che là fuori le stelle le fanno compagnia. Le piace nuotare, passeggiare tra i boschi e sognare ad occhi aperti. Ama le moto da corsa, colleziona libri, cartoni Walt Disney in dvd e personaggi Disney in miniatura, il tutto tenuto gelosamente sotto chiave.




IL POTERE DELL'OSCURITA'


editore: Nord
genere: Urban Fantasy YA
pagine: 482
prezzo: 16.40 euro
Rilegato
eBook: 9.99 euro
( 3° libro Serie "Touched" )
data di pubblicazione: 5 marzo 2015

Trama


Come si può continuare a vivere, se la persona che ami non c'è più? Gemma Bloom se lo chiede ogni giorno, consumata dal dolore e dal rimorso. Perché Evan ha sfidato le leggi del fato per salvarla, e ha pagato a caro prezzo la sua disubbidienza: caduto nella trappola tesa da un Angelo della Morte, è stato avvelenato proprio da Gemma. Da quel momento, lei non si dà pace ed è tormentata da incubi e allucinazioni in cui Evan viene torturato da mani invisibili. Ma, proprio quando Gemma crede di stare impazzendo, tra i frammenti del suo cuore spezzato comincia a serpeggiare una rabbia cieca, profonda. Sebbene all'inizio ne sia spaventata, Gemma è sempre più attratta da questo nuovo sentimento. Come se dentro di lei crescesse una forza terribile e seducente, determinata a prendere il controllo della sua anima... Fra spaventose premonizioni e pericolosi segreti, Gemma dovrà fare appello a tutto il suo coraggio, se vorrà sfidare il destino e resistere al potere dell'oscurità...

INCANTESIMO The Prodigium trilogy di Rachel Hawkins- anteprima


Che cosa faresti se scoprissi di essere una strega?

Benvenuti al Prodigium, dove è normale essere speciali.

In un momento in cui il fantasy e l'urban fantasy non sono proprio all'apice, c'è qualche casa editrice che prova a riconquistare quel pubblico che ultimamente è andato disperso proponendo dei titoli molto interessanti. Tra queste c'è la Newton Compton che dopo averci deliziato con l'originalissimo Il mio splendido migliore amico, tra pochi giorni farà uscire in tutte le librerie il primo volume di una trilogia "magica" che promette molto bene e che non vedo l'ora di leggere: Incantesimo. Dopo essermi innamorata del Magisterium ora non vedo l'ora di entrare in questa nuova scuola per maghi (anche se nel suo caso sarà più simile ad un vero e proprio riformatorio!). Protagonista di queste avventure la sedicenne Sophie Mercer che oltre a dover imparare a gestire i propri poteri da strega dovrà fronteggiare un'inquietante minaccia.
Pronti per questa nuova serie avventurosa e romantica? La troverete in libreria dal 2 Aprile!


Serie "Hex Hall"

1 - Incantesimo
2 - Demonglass
3 - Spell bound



Dicono del libro:

«Dopo Harry Potter, sembrava ci fosse una serie interminabile
di romanzi per bambini e per ragazzi ambientati in scuole per teenagers 
on poteri soprannaturali, ma il libro di Rachel Hawkins si distingue da tutti.»
School Library Journal


«Se la serie Twilight della Meyer si basa su un romanticismo soprannaturale,
il romanzo di debutto della Hawkins è una parodia soprannaturale.»
Booklist


«La storia è ben confezionata e sviluppata,
con i suoi personaggi adolescenti simpatici e ben descritti.»
Publishers Weekly


INCANTESIMO
Prodigium Trilogy # 1


editore: Newton Compton
genere: Urban Fantasy YA
pagine: 256
prezzo: 9.99 euro
Rilegato
eBook: 4,99 euro
( 1° libro Trilogia Prodigium )

Trama


Sophie Mercer è una ragazza di sedici anni molto particolare. Tre anni fa, infatti, ha scoperto di essere una strega: un potere che ha ereditato dal padre e dalla nonna, ma che non sa ancora gestire. Dopo che il suo primo incantesimo, durante il ballo scolastico, ha causato dei danni e portato grande scompiglio, il padre ha deciso di spedirla in una scuola per ragazzi “speciali”, il Prodigium. I suoi compagni sono streghe, fate, licantropi e vampiri. Eppure Sophie non riesce ad ambientarsi: le altre streghe come lei sono solo superficiali e viziate, ha una cotta non corrisposta per un giovane mago, un fantasma la perseguita e la sua nuova compagna di stanza è la ragazza più odiata, nonché l’unico vampiro, di tutta la scuola. E, come se non bastasse, una misteriosa creatura sta attaccando gli studenti, lasciando due piccoli fori sul collo delle sue vittime, e la prima a essere sospettata è ovviamente la sua amica Jenna. Ma per Sophie le minacce non sono finite: scoprirà ben presto che una setta segreta vuole uccidere tutti gli allievi del Prodigium. E lei è la prima della lista.

lunedì 16 marzo 2015

RACCONTAMI DI UN GIORN PERFETTO di Jennifer Niven

Sono almeno un paio d'anni che la prestigiosa Casa Editrice De Agostini ci sta deliziando con titoli sempre più emozionanti, struggenti, romantici e coinvolgenti. Romanzi indirizzati ad un pubblico giovane ma che strizzano l'occhio anche a lettori e lettrici più "mature" che tra le queste righe cercano quel qualcosa in più.
E' proprio quel "qualcosa in più", quella originalità e quell'attenzione a temi molto particolari e toccanti che ritengo siano le carte vincenti delle scelte editoriali che stanno compiendo nell'ultimo periodo. Oggi sono qui a presentarvi in anteprima un libro assolutamente incredibile: Raccontami di un giorno perfetto
Dfficile "etichettarlo" o ricondurlo a un genere ben definito. Leggere questo libro sarà una vero e proprio viaggio alla scoperta delle sensazioni, delle paure, del dolore e della perdita, ma anche dei colori, dei sorrisi, della gioia autentica delle piccole cose e del valore della vita. Raccontami di un giorno perfetto è la storia d'amore tra due ragazzi molto singolari: Theodore "lo schizzato", quello che tutti additano e un po' temono; il ragazzo schivo, un po' pazzo che cambia look e personalità come cambia il tempo... Che corre, che suona... Che lotta per restare sveglio e cerca il significato delle parole e se ne circonda. E Violet: porta la frangetta e gli occhialoni per assomigliare un po' di più a quella sorella che non c'è più... Anche lei ama le parole; le ha sempre amate tanto da voler diventare una scrittrice, ma quelle parole fanno fatica a ritornare da quando il suo unico scopo è arrivare al diploma per abbandonare la sua casa, la sua famiglia e quel paese dove non riesce più a trovare la sua serenità. Ci penserà a Theodore a fargliele ritrovare. In un modo tutto suo. In circostanze assolutamente "particolari". Con una dolcezza e una pazzia che farà sciogliere anche il nostro cuore...
In tutti i modi possibili.

editore: De Agostini
collana: Le Gemme
pagine: 298
prezzo: 14.90 euro
Rilegato
eBook:
6.99 euro

IN LIBRERIA DAL 31 MARZO 2015



Un romanzo straordinariamente toccante.
Una storia che spezza il
cuore in tutti i modi possibili.

« Un libro struggente che racconta la tenera
e imprevedibile storia d’amore di due ragazzi feriti.»
New York Times

Trama

È una gelida mattina d’inverno quella in cui Theodore Finch decide di salire sul tetto della scuola solo per capire che cosa si prova aguardare di sotto. L’ultima cosa che si aspetta però è di trovare qualcun altro lassù, in bilico sul cornicione. Men che meno Violet Markey, una delle ragazze più popolari del liceo. Eppure Finch e Violet si somigliano più di quanto possano immaginare. Sono due animi fragili: lui lotta da anni con la depressione, lei ha visto morire
la sorella in un terribile incidente d’auto. È in quel preciso istante che i due ragazzi iniziano a provare la vertigine che li legherà nei mesi successivi. Una vertigine che per lei potrebbe essere un nuovo inizio, e per lui l’inizio della fine…


l'Autrice


Jennifer Niven vive a Los Angeles. Ama i popcorn, i rossetti,
le librerie, i girasoli, i viaggi in macchina, il sushi e la serie tv Supernatural. Ma ancora di più ama dedicarsi alla scrittura a tempo pieno. Raccontami di un giorno perfetto è il suo romanzo d’esordio in Italia.

  • A una settimana dall’uscita, nella bestseller list del New York Times.

  • I diritti di traduzione del romanzo sono stati venduti in 30 Paesi per cifre da capogiro (solo in Germania il titolo è stato acquisito per 100.000 euro).

  • I diritti cinema sono stati ceduti alla Kaplan Company. Ad interpretare il ruolo della protagonista femminile sarà la giovane star di Hollywood Elle Fanning, sorella di Dakota e interprete del recente successo Maleficent.

DeA è il marchio che contraddistingue la narrativa per ragazzi di De Agostini Libri. Una lunga storia di successi editoriali, fino ai più recenti bestsellers  della saga di Divergent, firmati da Veronica Roth.  DeA è un contenitore di narrativa di qualità, che si rivolge a un pubblico di giovani lettori a partire dai 12 anni e in cui si distingue una rosa selezionata di romanzi middle-grade per lettori delle scuole medie e una nutrita produzione di letteratura young adult.


TUTTO CIO' CHE SAPPIAMO DELL'AMORE di Colleen Hoover - recensione

In vista dell'uscita prevista a breve del secondo volume della Serie è uscito il 12 Marzo, in una ristampa per la Fabbri Editori, uno dei libri più belli e toccanti che mi sia mai capitato di leggere. Uscito già per Rizzoli circa un anno fa, torna in libreria Tutto cio' che sappiamo dell'amore di Colleen Hoveer, una delle regine incontrastate del genere New Adult; maestra nel coniugare alla perfezione sensualità, tenerezza e dramma in un realismo palpabile e graffiante. Cogliete al volo l'occasione di aggiungere alla vostra libreria, qualora non lo aveste ancora fatto, questo piccolo gioiello di rara intensità. Saprà conquistarvi con la sua delicatezza e la sua poesia.

Che lezioni ho avuto con questo libro...
Da tutti.

Che lezioni ho avuto da questo libro...
Da un bambino di nove anni.
Mi ha insegnato che a volte si può vivere la vita
anche un po' all'incontrario...
E mi ha insegnato a ridere
di quelle cose di cui non avrei mai pensato di poter ridere.
Che lezioni ho avuto da questo romanzo...
Da una band!
Mi ha insegnato a ritrovare la capacità di sentire.
Mi ha insegnato a decidere chi sono
e cominciare ad esserlo.
Che lezioni ho avuto da questo libro...
Da una persona malata di cancro.
Mi ha insegnato così tanto.
Mi sta ancora insegnando così tanto...
Mi ha insegnato a farmi domande.
A non avere rimpianti.
A superare i miei limiti: esistono per questo.
A cercare un equilibrio tra la testa e il cuore.
E poi mi ha insegnato a trovarlo.
Che lezioni in questo libro...
Da una ragazza adottata.
Mi ha insegnato a rispettare ciò che mi è toccato in sorte.
Mi ha insegnato che non sono i legami di sangue a fare una famiglia e che a volte la tua famiglia sono i tuoi amici.
Da un professore che mi ha insegnato che 
i punti non sempre sono il punto
e che il vero punto è la poesia
(che permea la nostra vita).
Che lezioni ho avuto da questo libro
che mi ha ricordato tutto quello che mi ha mostrato 
mio padre
che mi ha insegnato che 
gli eroi non sempre sono invincibili.
E che la magia è anche dentro di me.

Che lezioni ho avuto da questo romanzo...
che insegna la cosa più importante di tutte.
A mettere l'enfasi sulla vita.

Perchè l'amore è tutto.


Opinione di Sangueblu



Questo libro è semplicemente STUPENDO.
Non trovo altre definizioni.
E' di una potenza e di un'intensità straordinaria... 
Coinvolge e colpisce con una semplicità disarmante, e ci si trova per tutto il tempo in balia delle emozioni, dei ricordi, della nostalgia e dei buoni propositi. 
Perchè anche se analizzando la trama potrebbe sembrare molto triste, al contrario e paradossalmente questo è un libro che costruisce, non che distrugge,
Ho fatto mia, trasformandola leggermente e riadattandola su me stessa, la poesia di Lake, la protagonista, che racchiude la vera essenza di questo piccolo gioiello che non è assolutamente classificabile.
Non chiamiamolo infatti "new adult" o "Young adult" o "vattelappèsca adult" perchè questo libro è "fuori categoria"; è considerabile nient'altro che come un incommensurabile gioiello.
Puro e prezioso, da custodire gelosamente nella propria libreria e nel proprio cuore.

Chi ama leggere, e legge tanto, sa quanto sia vera la "magia" che talvolta accade quando sono i libri a sceglierci.
Ci chiamano e ci attirano - letteralmente - in alcuni precisi momenti della nostra vita.
E questi tesori di carta diventano lo specchio delle nostre emozioni, l'amico che ci dà conforto e che ci dice proprio quello che abbiamo bisogno di sentire in quel preciso momento, il consigliere che ci mostra la cosa più giusta da fare, la bussola per la giusta strada da seguire;
la più tenera carezza che ci scalda il cuore o lo "schiaffo" che deve farci "svegliare". 
Questo è quello che mi è successo con il libro della Hoover.
Arrivato proprio nel momento migliore, perchè per me era il peggiore.
E' stato come un doloroso disinfettante per il mio cuore ferito ma anche un balsamo per la mia anima e la mia memoria ad un anno esatto dalla scomparsa del mio adorato papà...
Il mio eroe invincibile, che mi ha insegnato tutte le sfumature del vero amore, ossia TUTTO, e che con il suo esemp
io, il suo grande cuore e la sua dignità  mi ha dimostrato che anche se siamo esseri piccoli e insignificanti nel Grande Ordine delle cose, possiamo anche morire da "Grandi", continuando ad amare la vita.
E che davvero la magia è dentro di noi...

Questo e tanto altro è quello che ho trovato e rivissuto a mia volta in "Tutto ciò che sappiamo dell'amore"... Di recensioni positive in giro ce ne sono tante, ma non avrei mai immaginato quello a cui sarei andata incontro! Mi aspettavo un romanzo molto più leggero e superficiale, mentre invece è un vero e proprio scrigno di perle ...di saggezza.
Tenero ma forte, semplice ma profondo tocca una vasta gamma di sentimenti, di avvenimenti, di situazioni spesso anche in dissonanza tra loro ma che suonano armoniosamente a creare la perfezione in un mondo intrinsecamente imperfetto.
Una riflessione sulla morte e sulla vita, che però non infonde tristezza ma coraggio...
La voglia di vivere lasciando un segno... di affrontare i problemi e le proprie paure...
Di vivere con entusiasmo, di imparare a rialzarsi e di amare la vita anche quando vuole metterci al tappeto. Di avere senso di responsabilità e sacrificio, ma anche quella dose di sana pazzia per stravolgere l'ordine delle cose, che spesso è "cosa buona e giusta"!
Una storia popolata da personaggi normali ma straordinari, che porterò con me nei giorni a venire, impressi a fuoco nella memoria e incastonati nel cuore.

Un libro stupendo, lo ripeto.

Tutto da scoprire, leggere e vivere pagina dopo pagina...
Perchè non è nient'altro che questo: un inno alla vita e all'amore, che è ciò che alla vita stessa dà significato.

Grazie papà per avermelo insegnato.


L'Autrice



Colleen Hoover è nata l’ 11 dicembre 1979 a Sulphur Springs, Texas, È cresciuta a Saltillo, TX e si è diplomata alla Saltillo High School nel 1998. Nel 2000, sposa Heath Hoover, con il quale ora ha tre figli. Ha anche un maiale di nome Sailor. La Hoover si è laureata in Servizi Sociali presso la Texas A & M-Commerce. Ha svolto diversi lavori di assistenza sociale e di insegnamento fino a quando ha iniziato la sua carriera di scrittrice. Nel novembre 2011, Colleen ha iniziato a scrivere il suo primo romanzo, “Tutto ciò che sappiamo dell’amore”, senza alcuna intenzione di farsi pubblicare. Era stata ispirata da una canzone degli Avett Brothers:”Head Full of Doubt/Road Full of Promise”. Dopo alcuni mesi, il suo romanzo è stato recensito e ha ricevuto 5 stelle da un importante blogger, Maryse Nero. Dopo di che, le vendite sono aumentate rapidamente e “Tutto ciò che sappiamo dell’amore” e il suo sequel, “Point of retreat”, sono entrati nella lista del New York Times Best Seller. (Fonte wikipedia)


Opere

Serie "Hopeless"
LE COINCIDENZE DELL'AMORE
LE SINTONIE DELL'AMORE

FORSE UN GIORNO

Serie "Slammed"
TUTTO CIO' CHE SAPPIAMO DELL'AMORE

UGLY LOVE  ( prossimamente )



TUTTO CIO' CHE SAPPIAMO DELL'AMORE

editore: Fabbri
pagine: 288
prezzo: 15.90 euro
Rilegato
eBook: 

Trama


Lake ha vissuto l'anno peggiore della sua vita: la morte del padre, i litigi con la madre, un trasloco in una nuova città e la fatica di reinventarsi una vita. Finché non conosce Will, il vicino di casa. Anche lui è stato costretto dalla vita a crescere in fretta. L'intesa tra di loro è immediata, ma il primo giorno di lezione Lake scopre che il loro è un amore impossibile: Will ha solo qualche anno più di lei, ma è uno dei suoi professori. Eppure quello che c'è tra di loro, a partire da un primo bacio scambiato quando ancora non sapevano di doversi evitare, sembra irresistibile. E così Lake e Will - costretti a restare lontani - si parlano attraverso la poesia, anzi, le poesie, in pubblico ma in segreto, servendosi di uno slam (una gara di versi) per dirsi tutto ciò che devono e vogliono dirsi. Alla fine, è qualcosa di molto semplice ed essenziale: come ha scritto la famosa poetessa Emily Dickinson, tutto ciò che sappiamo dell'amore è che l'amore è tutto. E spesso è l'unica forza che può tenerci a galla quando ogni cosa intorno a noi sembra mandarci a fondo.