mercoledì 22 novembre 2017

Recensione: LOVE FOREVER di Jay Cronower - review tour


Nessuno è come Titus.
Nessuno è così forte, sicuro, tosto.
Lui è la sua stessa legge e il suo stesso esercito.

Tra violenza e passione, dissolutezza e disperazione, tra "un pugno e una carezza" , a The Point il confine tra l'essere dalla parte giusta o sbagliata della barricata e l'essere buoni e cattivi è molto labile. Lo sanno bene Titus e Reeve che, improvvisamente, fanno collidere le loro esistenze e le trasformeranno, per sempre, in qualcosa di completamente nuovo.
Uscirà domani, sempre per Newton Compton il terzo volume della Serie Welocome to the Point della amatissima Jay Cronower che ancora una volta non delude le aspettative. 


opinione di Sangueblu

Brillante. Bella. Segreta. Proibita.
Esclusiva. Misteriosa.
Era tutte le cose che avevano spinto gli uomini a infrangere le regole
che seguivo da tempo immemore
ed era sdraiata davanti a me come un banchetto degno degli dei.
In teoria dovevo dare e non ricevere,
ma quando mi guardava con quegli occhi
dal colore del cielo a mezzanotte e il petto che si alzava e si abbassava,
non potevo negare di ricevere tanto quanto le stavo dando.
Quella parità e il fatto che che sembrasse tutto così giusto
erano piacevoli in modo quasi allarmante.
Era come se quello fosse esattamente il modo
in cui sarebbe dovuta andare tra due persone
e non avevo mai vissuto niente di simile.

Una delle cose che mi piacciono tanto di Jay Cronower è che ci faccia ritrovare, ogni volta, nei suoi romanzi, personaggi che abbiamo già cominciato a conoscere - e anche ad amare - nei libri precedenti. Questa è la volta di Titus King, il fratello poliziotto di Bax: l'uomo - apparentemente - tutto d'un pezzo, votato alla legge e alla redenzione della sua città sporca e malata quasi fosse una missione personale. Perchè Titus crede fermamente nella giustizia, in tutti quei valori che sembrano dimenticati in quella fogna che chiamano città in cui tutti, prima o poi e per un motivo o per un altro sembrano perdersi... Un posto così malvagio, così oscuro, così pervaso dalla malavita e dalla violenza da non avere neppure un nome... da tutti chiamato semplicemente The Point: il punto di arrivo, il punto di rottura, il punto di non ritorno...
Una ragnatela di rapporti criminosi e una spirale di violenza e perdizione capace di risucchiare come un gorgo chiunque abbia anche solo a che fare con questo luogo "maledetto" in cui non sembra esserci posto se non per sangue e lacrime.
Eppure, di posto, ce ne è sempre anche per l'amore.
Tutti i protagonisti incontrati finora, e tutti collegati tra loro, a loro modo l'amore l'hanno trovato eccome: un amore bruciante, divorante, totalizzante.
Non è certamente l'amore "dolce e coccoloso", quello delle "favole" o dei più classici dei romance. L'amore che ci racconta in questa serie l'autrice, e che trovano di volta in volta i personaggi, è senza dubbio qualcosa di molto elaborato, concreto, conflittuale, trasformante. 
Cosa che capiterà, contro ogni aspettativa e possibile speranza di entrambi - anche se per motivi diversi - tra Titus e Reeve.
Un amore che sembrava impossibile perché erano su fronti opposti: lui, poliziotto, irreprensibile difensore della legge e lei una criminale.

Una città che pullula di criminali è anche una città che pullula di nemici. Questa volta il nemico ha il nome di Conner Roark: ex fidanzato di Reeve ed ex federale... con un ulteriore segreto alle spalle: un legame di parentela con uno dei criminali numero uno della città, niente meno che il padre di Bax di cui avevamo fatto conoscenza nel primo romanzo) che ora è pronto a tutto per vendicarne la morte e riprendersi la sua ragazza. Facendo scoppiare l'inferno.
Cosa che si addiceva perfettamente a quanto di più vicino al Diavolo fatto persona potesse esistere in un posto come the Point, dicendola lunga su che razza di tipo fosse.
Un inferno che Titus e Reeve affronteranno insieme dapprima per strategia e poi per necessità ed ineluttabilità perchè ormai erano troppo presi l'uno dall'altra.

Avvertii un cambiamento tangibile tra noi, mentre sfrecciavamo per la città
in quella sua auto fichissima. Andava oltre il sesso.
Andava oltre il desiderare qualcosa che che non avremmo dovuto.
C'era la semplice accettazione che non si trattava di "lui" o di "me",
ma di "noi", che fosse una cosa positiva oppure no.
Finalmente eravamo coinvolti entrambi,
e non avevano importanza  le conseguenze.
Eravamo una squadra.

Di Titus ci siamo tutte innamorate già quando lo abbiamo conosciuto nei precedenti volumi ma è in questo che si svela a noi in tutta la sua profondità e in tutte le sue sfaccettatue.
Per Titus essere un poliziotto non è solo un lavoro. Rappresenta l'essenza di ciò che è. Nonostante viva in un posto privo di luce e moralità ci tiene... ci tiene alla sua città, alla sua famiglia, ai suoi valori; nutre delle speranze. Continua a desiderare di essere una forza al servizio della giustizia e di quel poco di bene che si poteva ancora trovare nelle crepe e nell'oscurità. Lui ha un cuore. Un cuore molto grande.
Mi è piaciuto molto anche il personaggio di Reeve.
Una donna imperfetta, che non ha avuto una vita facile, consapevole dei suoi errori e che è disposta a fare il possibile per redimersi, per farsi perdonare anche quando poteva tranquillamente languire nel fango, come fanno la maggior parte degli abitanti di the Point, o semplicemente scapparsene via. Mi è piaciuto il suo modo di avvicinarsi a Titus, di abbattere le sue difese, di sapergli entrare dentro ed infondergli quella rassicurazione e quella pace in grado di tenere a bada la sua Bestia inetriore.
Titus è sempre disponibile infatti a prendersi cura degli altri, sempre. Ma lo fa mettendo costantemente da parte la bestia che dimora dentro di lui, anche se non sa come tenerla a bada una volta che la lascia uscire; preferisce assumere i panni dell'eroe che sistema tutto. La sua scelta di vita, il suo mettere in atto i suoi princìpi, sono la forma di redenzione; la sua ammenda a quel passato che lo ha reso il personaggio - straordinario - che è. Questo Reeve lo sa; lo ha capito fin dal primo momento in cui lo ha desiderato e lo ha voluto per sé, ed è per questo forse, più di ogni altra cosa, che Titus non può resisterle.

La tensione era evidente e rimbombante tra noi, e la odiai.
A quanto pareva la odiava anche Titus, 
perchè ancor prima che la porta di ingresso si fosse chiusa alle nostre spalle, le sue mani furono su di me, la bocca sopra la mia; entrambi ci spogliammo e indietreggiammo verso il letto.
Quello non era parlare.
Non era lasciarmi entrare.
Non era darmi di più, ma era qualcosa,
e quel qualcosa era così bello, così giusto,
che non sarei riuscita a fermarlo neanche volendo,
infatti non lo feci.
Soltanto un'idiota avrebbe detto di no a quegli occhi argentei,
quelle abili labbra, quelle mani impazienti e rudi,
quel corpo fatto per punire e per dare piacere.
E io ero molte cose,
la maggior parte delle quali non piacevoli,
ma di certo non ero un'idiota.

Ovviamente non mancheranno scene di violenza o di sesso vivido e un po' crudo, ma si sposano bene con l'ambientazione e la caratteristica più dark di questa Serie che verrà comunque sempre mitigata dallo stile di Jay Cronower che è comunque una ragazza dai mille e sgargianti colori. Sono sicura che anche voi riuscirete a percepirli tra le righe di Love Forever, come avete sempre fatto anche con gli altri suoi romanzi...a cui non manca mai anche un pizzico di dolcezza.

Perciò, tenetevi pronti ad immergervi completamente in una nuova entusiasmante e appassionante storia dei ragazzi di the Point: da domani in libreria!

Voto: quattro stelline

L'Autrice


Vive in Colorado. Ama i tatuaggi e l’arte di modificare il corpo e cerca di fare in modo che la sua scrittura sia permeata da tutto ciò che vede. Le piace leggere, soprattutto storie che la coinvolgano e appassionino; naturalmente, se c’è un bad boy bello e tatuato è sempre meglio. La Newton Compton ha pubblicato la Tattoo Series (Oltre le regole, Oltre noi l’infinitoOltre l’amoreOltre i segretiOltre il destino e Oltre le leggi dell’attrazione). Love forever è il terzo romanzo della Welcome Series, dopo Bad Love e Big Love. Per saperne di più: www.jaycrownover.com

La "Welcome to the Point" Series

1 - Bad love
2 - Big love
3 - Love forever

"The Breaking Point"

1 - Honor
2 - Dignity
3 - Respect

"Marked Men" (Tatoo) Series

1 - Oltre le regole
2 - Oltre noi, l'infinito
3 - Oltre l'amore
4 - Oltre i segreti
5 - Oltre il destino
6 - Oltre le leggi dell'attrazione

"Saints of Denver" Series

0,1 - Amore senza paura
1 - Amore senza limite
2 - Amore senza confini
3 - Amore senza respiro
4 - Amore senza ombre . (prossimamente)

Il libro

editore: Newton Compton
genere: New Adult
pagine: 347
prezzo: 10.00 euro
Rilegato
eBook: 5.99 euro

Trama

Titus King è un uomo che vede il mondo in bianco e nero. Giusto o sbagliato, niente mezze misure. E questo è uno dei motivi per cui da adolescente si è lasciato alle spalle la famiglia che aveva per cercare di costruirsi una vita migliore da solo. Adesso che è diventato un investigatore di polizia in una delle città con il più alto tasso di criminalità del Paese, non può negare che la sua vita abbia assunto un milione di diverse sfumature di grigio. In giro c'è un criminale che si è lasciato alle spalle una lunga scia di distruzione e morte, e la differenza tra giusto e sbagliato comincia a farsi sempre più labile. Come se non bastasse, a minare la sua ferrea morale c'è anche la bellissima e misteriosa Reeve Black, tornata di recente in città. Reeve rappresenta allo stesso tempo un pericolo ma anche ciò di cui lui ha davvero bisogno: insieme si troveranno nel fuoco incrociato di una guerra sotterranea e letale. La posta in gioco è trovare, finalmente, la redenzione.

Non perdete tutte le altre recensioni sui blog:





Nessun commento:

Posta un commento